La sconfitta esterna di ieri contro l’Inter ha leggermente smorzato, in casa Lazio, l’entusiasmo per le sei vittorie consecutive in campionato. Nonostante ciò, in ogni caso, resta tutto aperto in ottica qualificazione Champions, dato che ci sono cinque squadre divise solamente da tre punti. Sta mattina, ai microfoni di Lazio Style Radio, è intervenuto il direttore della comunicazione biancoceleste Stefano De Martino, il quale ha analizzato la gara di San Siro e non solo. “La partita contro l’Inter è molto simile a quella con il Milan. La Lazio ha cercato di imporre il proprio gioco, ma alla fine non ha portato a casa nulla. Questo campionato è molto particolare, la gara di ieri tra Spezia e Milan ne è la dimostrazione, i liguri hanno sconfitto con merito i rossoneri. Il rigore si poteva dare e non dare. I giocatori in campo erano convinti che Hoedt avesse preso la palla, in quel caso l’utilizzo del VAR sarebbe stato idoneo. Patric ha giocato una buona partita, nonostante avesse di fronte Lukaku, che ha già messo in difficoltà molti altri difensori del nostro campionato. La difesa ha preso qualche gol di troppo, ma ciò è dovuto al gioco propositivo della squadra. La squadra cerca di giocarsela con chiunque e infatti, anche ieri, giocatori come Barella o Hakimi sono andati in difficoltà. Radu, viste anche le temperature, ha deciso di non presentarsi nel riscaldamento. Il gioco della Lazio è apprezzato anche fuori dall’Italia. Il campionato è ancora molto lungo, ma la squadra se la giocherà con tutti fino alla fine”.