Enrico Sarzanini, è intervenuto a Lazio style radio :  “Non bisogna lasciarsi andare allo sconforto. Da queste sconfitte bisogna ottenere il meglio, cercare di migliorare. Dopo anni la Lazio è andata a Milano a giocarsi la partita, da grande squadra. Due sui tre gol sono stati abbastanza fortunati. Il rigore c’era, ma perché la gamba dietro tocca quella di Lautaro. Insomma, sono tutte situazioni particolari. Ingiusto accollare la sconfitta ai singoli, contro l’Inter la Lazio ha meritato di perdere. C’è tempo per rifarsi, siamo a due punti dalla zona Champions. Capisco la delusione, ma serve anche un po’ di equilibrio, i conti si fanno alla fine. La Lazio adesso deve cercare di vincere anche con le piccole. La gara con la Sampdoria è da vincere a tutti i costi”.  “Sarà fondamentale, probabilmente, il derby di ritorno. A quel punto la Lazio potrebbe avere anche due risultati su tre. Ma bisogna andare passo dopo passo. Con Ranieri non ha un’ottima tradizione, è un po’ una bestia nera. E poi la prossima settimana c’è la madre di tutte le partite, immagino che la testa all’interno dello spogliatoio sia anche un po’ al Bayern. La Sampdoria è una squadra da prendere con le pinze, Keita è in un momento di forma, Quagliarella nonostante l’età continua a segnare. Acerbi non lo sposterei sull’esterno di sinistra”.