Si avvicina lo scontro degli ottavi di finale di Champions, che vedrà la Lazio affrontare i campioni in carica del Bayern. La squadra peggiore che il sorteggio poteva regalarci. Il Bayern ha vinto tutto, bundesliga, coppa di Germania, Champions, supercoppa di Germania, supercoppa europea ed infine il Mondiale per club. È una squadra abituata a giocare queste partite, nelle ultime edizioni ha fatto ben 7 semifinale e 3 finali. È una squadra di talento ed un gruppo forte e compatto. Ha esperienza da vendere, e nel doppio confronto, difficile che sbagli due partite. Ma analizziamo bene l’annata scorsa. Perché il Bayern ha tratto vantaggio dall’emergenza Covid. La Bundesliga l’anno scorso è stato il primo campionato a terminare, 27 Giugno. Il Bayern ha avuto più di 40 giorni per preparare al meglio, la fase finale della Champions. Ha quasi fatto una preparazione tipo mondiale di calcio. Ed era la squadra che fisicamente stava meglio. Ha avuto più tempi di tutti per fare una vera preparazione. La liga è terminata il 16 Luglio, la Premier il 25, mentre la Serie A 2 Agosto, mentre in Francia il campionato non si è concluso. Se facciamo un’altra analisi, le quattro semifinaliste sono arrivate dalla Bundesliga e dalla Ligue one. Bayern, Lipsia, Lione e Psg. Non è un caso che tutte e quattro, siano venute da campionati finiti prima o non conclusi. È stato un fattore importante, riuscire a fare una preparazione per la Champons. Ma quest’anno è diverso. Il Bayern, si ha vinto altri due trofei, ma a livello fisico stenta un po. In Bundesliga ha già perso 3 partite. È uscito malamente dalla coppa nazionale. È nel Mondiale per club non ha entusiasmato. La Lazio ha le qualità per mettere in difficoltà i Bavaresi, ma deve avere massima concentrazione. Il Bayern quest’anno ha punti deboli, la difesa subisce tanto, ed in partita si allunga molto, segno di una condizione psico/fisica non al massimo. Sognare non è un reato Lazio, ma quest’anno è un Bayern più vulnerabile. Credici Lazio.