L’andata degli ottavi di finale di Champions League tra Lazio e Bayern Monaco è terminata con l’1-4 dei tedeschi che hanno surclassato una Lazio troppo impaurita.

Gli errori difensivi della Lazio e lo strapotere dei tedeschi hanno deciso la partita.

Dopo neanche dieci secondi Lazzari si trova il pallone nei pressi della bandierina del calcio d’angolo e svirgola malamente il pallone pure di non rischiare il passaggio verso il portiere dimostrando tanta paura e poca esperienza.

I primi minuti sono di dominio assoluto del Bayern che al nono minuti sfrutta un brutto errore in disimpegno di Musacchio con Lewandowski che anticipa Reina e conclude a porta vuota.

Questo errore sa di doccia fredda per la Lazio che però prova a rispondere al vantaggio dei tedeschi.

Al 18esimo Milinkovic viene sgambettato sulla linea dell’area di rigore da Boateng ma l’arbitro non ne vuole sapere e non concede il rigore alla Lazio.

Il presunto rigore poteva riaprire il match ma subito dopo subisce il raddoppio del Bayern con Musiala.

Davies porta a spasso Milinkovic e serve Goretzka che con un colpo d’esterno mette Musiala al limite dell’area, il trequartista inglese mira l’angolino e batte Reina.

Dopo il grave errore che ha porta in vantaggio i bavaresi, Musacchio viene sostituito da Lulic facendo così abbassare Marusic nei tre difensori.

Lo 0-3 arriva al 42esimo, dopo che la Lazio non è riuscita a sfruttare una situazione di calcio d’angolo, Patric sbaglia il rinvio e regala il pallone a Coman, il francese in campo aperto calcia e Reina risponde ma non può nulla sul tap-in di Sané.

La Lazio torna negli spogliatoi dopo aver subito una lezione severissima da parte dei campioni del Mondo.

Il secondo tempo è quasi solo una formalità.

Neanche un minuto serve ai tedeschi per segnare il quarto gol, ancora dagli sviluppi di calcio d’angolo per la Lazio, Sané scappa in campo aperto e trova la deviazione sfortunata di Acerbi che insacca nella sua porta.

La reazione della Lazio, questa volta, non si fa attendere.

Al 49esimo, Correa semina tre avversari e batte Neuer con un destro preciso da dentro l’area.

Dal gol della Lazio la partita non ha più nulla da raccontare perchè la Lazio non riesce mai ad arginare il pressing alto e costante della squadra avversaria e non crea grandi occasioni da gol.

Lazio-Bayern Monaco sarà una partita che servirà da lezione ai biancocelesti che ancora non sono pronti per affrontare le migliori squadre al Mondo.