Luka Romero, nato il 18 Novembre 2004, centrocampista offensivo, molto dinamico che ama svariare sul fronte offensivo. È dotato di buona tecnica e ama dribblare in velocità. Mancino naturale, è molto bravo anche sui calci piazzati. Alto 1.65 centimetri fa di tecnica e velocità le caratteristiche principali. Con le giovanili del Maiorca ha segnato 230 gol in 108 partite: numeri da predestinato.

Luka Romero ha iniziato da piccolissimo e si è spostato spesso. Lui è nato in Messico prima di trasferirsi in Andalusia e poi, quando aveva 7 anni a Formentera. Li ha iniziato a giocare prima di passare, nel 2015, al Maiorca. Il 16 Giugno 2020 è stato convocato per la prima volta in prima squadra per una partita contro il Villarreal, ma restò in panchina tutta la partita. Il 25 giugno 2020, grazie all’ingresso negli ultimi minuti di gioco della gara persa 2-0 contro il Real Madrid, è diventato a 15 anni e 219 giorni il più giovane calciatore a giocare nella Primera División, superando il precedente record di Francisco Bao Rodríguez.

Il 29 Novembre 2020 ha segnato il suo primo gol da professionista, nella vittoria per 4 – 0 del Maiorca contro i Logroñés.

Per quanto riguarda la nazionale, Luka Romero ha scelto l’Argentina, con cui ha giocato con l’Under 15 (totalizzando 6 presenze e 2 gol) e l’Under 17 (una sola presenza).

Seguito con attenzione dal Siviglia e dal Borussia Dortmund, Romero ha scelto la Lazio. Farà parte della prima squadra, ma sarà ovviamente un’alternativa. La Lazio è però convinta possa crescere bene, come lascia intendere il soprannome: “Mini Messi”.

Alla Lazio, la sua nuova casa, lo mettono più umilmente a confronto con Lucas Castroman. Fisicamente, ma non solo. È arrivato a Roma per le visite mediche e poi ad Auronzo per il ritiro in punta di piedi, sconosciuto dalla stragrande maggioranza dell’ambiente. Tuttavia, al giovane Luka Romero, è bastato un solo allenamento agli ordini di Maurizio Sarri per suscitare un vero e proprio colpo di fulmine in tutto l’ambiente Lazio. Dobbiamo avere fiducia in questo ragazzo, ma soprattutto non pretendere di avere tutto e subito, cosa che potrebbe rovinarlo. Bisogna avere pazienza e farlo crescere, promette molto bene e sicuramente rimarrà in prima squadra. Ti aspettiamo tutti: Luka Romero