Estate rovente.

Il mese di Agosto è per antonomasia il mese delle agognate vacanze..per il tifoso Laziale no..andrebbe depennato dal calendario.

Il tifoso Laziale è strano, è umorale è passionale, è critico ma è attento e vigile, vede legge e si interroga.

Tutto giusto e condivisibile, ma dobbiamo vedere anche l’altra faccia della medaglia.

Il Laziale quello vero queste cose le sa, le conosce perchè conosce la storia di questa gloriosa societa’.

Conosce bene le tempistiche, fa critiche costruttive, ed aspetta con ansia la partenza di questo nuovo progetto.

Per questo il mese di Agosto è deleterio ci confonde, ci oscura ci indigna, ma noi non molliamo e ci crediamo, serriamo i ranghi e guardiamo avanti, perchè sappiamo che alla fine sara’ sempre la nostra Lazio.

E poi…arriviamo all’altra faccia della medaglia di un AGOSTO rovente…

E che succede?? Esce fuori er “LAZIALOTTO” che gode del massimo rispetto, solo che se alza dalla poltrona e passa al letto..sempre pronto ad inquinare il pozzo, lui è differente non legge niente, sentenzia e basta, non sa ma parla,

e ancor peggio scrive pure, ma la voce???

Parlami fratello, e dimmi di Napoli, Pescara, Cava dei terreni, San Benedetto per arrivare a Livorno e via dicendo..

Nessuna critica, ti rispetto ma presti il fianco a chi da anni ci butta addosso solo fango.

Parti sempre male da Lotito arrivi a Tare, nel frattempo dalla poltrona sei arrivato al davanzale….

Un Estate rovente ma con la Lazio sempre in mente.

Fiducia..

Daje tutta fratelli.