Sembrava una proposta che sembrava non dovesse andare avanti. Ed invece ha scatenato una guerra tra la UEFA e la FIFA. Ieri Ceferin aveva risposto «Vedere ogni due anni il Mondiale deluderebbe il pubblico e intaserebbe il calendario internazionale. I calciatori necessitano di riposo, non di trascorrere tutte le estati a giocare». Ma la risposta di Infantino non si è fatta attendere “La maggior parte dei Paesi è favorevole a studiare il progetto. Stiamo cercando di coinvolgere tutti i protagonisti per approfondire il tema”. In più aggiunge la sua anche sui caeendari ” ci sono troppe partite inutili”. La FIFA, poi in un comunicato, ha reso nota una riunione tra ex calciatori, provenienti da tutti i continenti, per discutere del progetto, capitanati da Wenger, supervisore per la crescita del movimento calcistico in tutto il mondo. Vedremo cosa succederà, ma si ha la sensazione che si vada verso la rivoluzione per il calcio. Certo ha pagarne le spese saranno le squadre ed i calciatori, con calendari sempre più fitti e stressanti. Se passasse il nuovo progetto, si giocherebbe quasi sempre, senza dar respiro ai calciatori.