Si comincia una nuova stagione, con i soliti problemi lasciati nelle altre, il Sig. Massimi ieri ha fatto capire, palesemente che anche quest’ anno la Lazio sara’ presa di mira. C’e’ chi mette le mani avanti e fa scrivere articoli su presunti e futuristici torti arbitrali e c’e’ chi invece se li vede fare durante un intera partita, senza vergogna.

L’ex arbitro Cesari chiede le scuse , in diretta televisiva, al FRECCIAAZZURRA Lazzari, per aver detto al direttore di gara, dopo un contatto in area bolognese e rigore netto non concesso: ” lo stai facendo apposta, lo stai facendo apposta ”

Ci sono molti altri episodi di cui potremmo raccontare ed invece, vogliamo parlare di questa nuova Lazio vista ieri in campo.

Dopo soli 5 minuti per un errore ” d’ emozione ” Maximiano si fa espellere, la colpa non e’ sua ma esclusivamente nostra per aver riempito l’ Olimpico con cinquantamila anime infervorate ed innamorate di LAZIO! Partita in salita e, come scritto prima il Sig. Massimi ci mette del suo in ogni minuto che passa ed infatti concede un rigore ai Felsinei, forse un po’ troppo generoso, si va sotto uno a zero.

Ecco la Lazio, ancora imballata sulle gambe ma non psicologicamente. Si comincia l’ assalto al fortino di Sinisa ( n.d.r. ti auguriamo di rivederti al piu’ presto in ottima forma e, se i 3 punti ieri fossero bastati per farti guarire, li avremo sacrificati senza neanche pensarci due volte ).

Lazzari una freccia nel fianco, Romagnoli a comando della (ritrovata) difesa, un Provedel providenziale, Zaccagni corre ed aiuta na ancora non al 100%, SMS al 30% ma chi lo ferma(?) e poi Ciro, si il nostro Capitano, OH CAPITANO, MIO CAPITANO! Al goal del Bologna va a cacciare via da sotto la NORD i giocatori del Bologna e fa ammonire Arnautovic, dicendogli peste e corna. La NORD non si tocca! Comincia da li la metamorfosi di una LAZIO  mai vista cosi fin’ora e tanto desiderata da tutti noi tifosi: CUORE E PALLE!!!

Il secondo tempo e’ solo Lazio, pareggio del FRECCIAZZURRA ed apoteosi con Immobile sul 2 a 1, voluto prepotentemente da Luis Alberto che ne smarca tre, passa a Sergej che di prima intenzione (FE-NO-ME-NO) la da a Ciro che segna un goal strepitoso e corre sotto la SUA NORD!

Palle e cuore, e’ questa la nuova Lazio di Sarri? Ben venga! E’ solo la prima, non ci illudiamo, non siamo noi i campioni d’ Agosto ma se il buon giorno si vede dal mattino…

Un applauso a Maurizio Sarri, anch’ egli guerriero ieri nella sua area tecnica e non seduto con il suo famoso taccuino, premiato anche con un bellissimo cartellino giallo! Grande Comandante.

Ecco la Lazio. Cuore e Palle e s’ abbracciamo!